Definizione

Il servizio di controllo tecnico consiste nella verifica programmata, sistematica, puntuale e documentata della corretta esecuzione dei lavori, della qualità dei materiali impiegati, della tempistica di realizzazione e dell’andamento della spesa (qualora richiesto), rilevando le eventuali non conformità/osservazioni affinché siano definite ed attuate efficaci azioni correttive.

L’ispezione assume come criteri i requisiti definiti nel contratto e nella documentazione ad esso allegata nonché i requisiti cogenti applicabili e in mancanza di riferimenti tecnici completamente delineati, la regola dell’arte.

L’ispezione sulla esecuzione delle opere costituisce pertanto la garanzia della qualità complessiva dell’opera stessa, in termini anche di durabilità, manutenibilità, vita utile ai fini anche della sua assicurabilità con una polizza postuma indennitaria decennale, a copertura dei danni e/o dei gravi difetti.

L’ispezione tecnica è particolarmente richiesta dalle Compagnie di assicurazione, quale presupposto essenziale ai fini della emissione della polizza decennale, necessaria per la compravendita di immobili residenziali di nuova costruzione, ai sensi del D. Lgs. 122/2005, e per la garanzia di corretta esecuzione di opere pubbliche. Tuttavia può anche perseguire altri obietti:

  • Supportare il Committente o altro soggetto nell’ambito degli accertamenti necessari a definire lo stato di consistenza di opere la cui realizzazione risulti interrotta e non siano collaudabili e sia da riprendere con altro esecutore;
  • Supportare il Committente o altro soggetto nell’ambito degli accertamenti volti a comparare lo stato iniziale e finale di un’opera su cui è stato eseguito un intervento di miglioramento/adeguamento delle prestazioni;
  • Supportare il Committente o altro soggetto nell’ambito degli accertamenti necessari per dirimere i contenziosi fra le parti interessate dalla realizzazione delle opere/infrastrutture;
  • Supportare il Committente o altro soggetto nella verifica in corso d’opera ed alla conclusione dei lavori nei termini contrattualmente previsti.

Il servizio di ispezione sulla esecuzione delle opere, a garanzia di imparzialità, indipendenza, competenze ed affidabilità, è svolto da APAVE CERTIFICATION ITALIA con la sorveglianza di Accredia, organismo firmatario degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento MLA (Multi Lateral Agreement).

Tipologie di controlli

Le tipologie di controlli richieste ai sensi della UNI 10721 possono essere:

  • R0_VERIFICA PRELIMINARE DEL PROGETTO (fase obbligatoria)
  • R1_CONTROLLO DELLA STABILITÀ
  • R2_CONTROLLO INVOLUCRO
  • R3_CONTROLLO IMPERMEABILIZZAZIONE
  • R4_CONTROLLO DELLE PAVIMENTAZIONI E RIVESTIMENTI INTERNI
  • R5_CONTROLLO INTONACI E RIVESTIMENTI ESTERNI
  • R6_CONTROLLO RELATIVO ALLA SICUREZZA IN CASO DI INCENDIO
  • R7_CONTROLLO RELATIVO ALL’ISOLAMENTO TERMICO E ALLE PRESTAZIONI ENERGETICHE
  • R8_CONTROLLO RELATIVO ALL’IGIENE, SALUTE E AMBIENTE
  • R9_CONTROLLO RELATIVO ALLA SICUREZZA E ACCESSIBILITÀ ALL’USO
  • R10_CONTROLLO RELATIVO ALLA PROTEZIONE CONTRO IL RUMORE
  • R11_CONTROLLO USO SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI

Obiettivi

L’obiettivo del controllo è quello di verificare che quanto progettato sia effettivamente realizzato, in relazione ad un margine di rischio stabilito, con riferimento alla normativa e alle leggi vigenti e alle possibili conseguenze che, in caso di errori, possono verificarsi. Pertanto il servizio di controllo tecnico è finalizzato a garantire ed assicurare che:

  1. I materiali approvvigionati (identificati, qualificati, accettati), siano idonei all’ uso previsto e conformi sia alla normativa di settore che alle prescrizioni di progetto;
  2. Ciascun prodotto, componente o sistema venga manipolato, utilizzato e conservato correttamente;
  3. Siano attuate la corretta pianificazione e la ottimale organizzazione delle fasi di realizzazione dell’opera;
  4. Vengano applicate le norme tecniche e le regole dell’ arte in tutte le operazioni di costruzione, posa, assemblaggi, montaggio, istallazione dei materiali, componenti e sistemi, con tutte le loro tracciabilità documentali.

Al fine di raggiungere tale obiettivo, APAVE effettua una serie di sopralluoghi in cantiere il cui numero minimo è definito dal Regolamento Tecnico n.07 emesso da Accredia e dipende dall’importo delle opere soggette a controllo.

Importo lavori dell’interventoN. sopralluoghi
Fino a € 1.500.000,009
Da € 1.500.000,00 a € 3.000.000,0012
Da € 3.000.000,00 a € 5.000.000,0017
Da € 5.000.000,00 a € 10.000.000,0021
Da € 10.000.000,00 a € 20.000.000,0026
Da € 20.000.000,00 a € 30.000.000,0030
Da € 30.000.000,00 a € 50.000.000,0036
Da € 50.000.000,00 a € 75.000.000,0041
Da € 75.000.000,00 a € 100.000.000,0044
Da € 100.000.000,00 a € 150.000.000,0047
Da € 150.000.000,00 a € 200.000.000,0051
Da € 200.000.000,00 a € 500.000.000,0056

 

Il termine di sopralluogo può essere inteso utile anche per coprire più stadi di avanzamento lavori e/o più fasi di controllo.

Vantaggi

L’esperienza sul campo ed i risultati attualmente a disposizione dei tecnici evidenziano che gli elementi di maggiore criticità in un generico edificio sono le opere strutturali, le impermeabilizzazioni dentro e fuori terra, gli isolamenti termici ed acustici, gli intonaci esterni, le facciate continue ed i serramenti.

In questi elementi si concentra maggiormente l’attività di controllo, anche se ugualmente è possibile ispezionare la realizzazione degli impianti, delle finiture interne, e di tutte quelle opere definite dal Codice Civile “destinate a durare nel tempo”.

Nel corso dell’attività di ispezione sulla esecuzione delle opere gli ispettori del team APAVE CERTIFICATION ITALIA effettuano sopralluoghi nei cantieri, seguendo la programmazione stabilita nel piano delle ispezioni condiviso con il committente.

Se da una verifica emergono “non conformità” l’appaltatore è tenuto a porvi rimedio. È tenuto altresì ad avvisare tempestivamente il team APAVE CERTIFICATION ITALIA quando ritiene di avere risolto con successo il problema e comunque prima che la “non conformità” diventi irrisolvibile, con il conseguente aggravio di significativi costi aggiuntivi per opere di demolizione e rifacimento.

Normativa di riferimento
D. Lgs. 122/2005

Disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire, a norma della legge 2 agosto 2004, n. 210.

Leggi il testo del Decreto Legislativo 122/2005