Definizione

La verifica di progetto consiste nello svolgimento, in forma integrata, di una serie di attività di controllo della qualità del progetto e della sua rispondenza alla normativa cogente di settore, compresa quella urbanistica ed ambientale, nonché alle regole di buona tecnica progettuale. Tali verifiche, di norma, procedono parallelamente all’iter progettuale vero e proprio.

Le fasi di verifica progettuale, riesame e feedback, si sviluppano in accordo con il RUP/committente e con i tecnici preposti alla progettazione.
Lo scopo della verifica è finalizzato ad accertare la conformità della soluzione progettuale prescelta alle specifiche disposizioni funzionali, prestazionali, normative e tecniche, per ciascuna fase (fattibilità tecnica ed economica, definitiva ed esecutiva) in relazione al livello di progettazione per la successiva validazione, effettuata ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 50/2016.

Il servizio può essere riferito all’intero processo di progettazione, ovvero ad uno o più livelli di tale processo, in funzione delle esigenze specifiche delle amministrazioni, clienti, utilizzatori finali.

Il servizio di verifica di progetto, a garanzia di imparzialità, indipendenza, competenza ed affidabilità, è svolto da APAVE CERTIFICATION ITALIA con la sorveglianza di Accredia, organismo firmatario degli accordi internazionali di mutuo riconoscimento MLA (Multi Lateral Agreement).

Diagramma di flusso verifica di progetto

Obiettivi

Gli obiettivi del servizio di verifica dei progetti sono la predisposizione e la messa a disposizione del RUP/committente di tutte le informazioni necessarie ed utili per la validazione dei progetti stessi.

Tali obiettivi si possono così riassumere:

  1. Garantire la fattibilità tecnica, amministrativa ed economica dell’ opera pubblica, senza prolungare i tempi della progettazione con richieste di modifiche ed integrazioni successive alla stesura ed alla ultimazione del progetto;
  2. Garantire la coerenza tra:
    le scelte progettuali e le relative soluzioni tecniche nel passaggio tra i successivi livelli di progetto;
    le soluzioni tecniche e tecnologiche e le scelte adottate anche in conformità alle indicazioni dei piani della sicurezza e della manutenzione;
    il rispetto della normativa cogente e di quella consensuale applicabile;
  3. Eliminare o ridurre:
    • le carenze e gli errori di progetto che possono causare un incremento dei costi preventivati;
    • il rischio di riserve da parte dell’ appaltatore;
    • i ritardi dovuti ad errori di pianificazione.

Vantaggi

L’eccellenza dei servizi forniti da APAVE CERTIFICATION ITALIA è garantita dall’alto livello di competenze e professionalità del personale impiegato, degli esperti tecnici e dei consulenti specialistici che collaborano in maniera continuativa con la società. Questo staff costituisce una rete dinamica e nel contempo consolidata, in grado di coprire tutte le specializzazioni richieste nei settori dell’ingegneria e dell’architettura e nella gestione degli appalti pubblici.

La costruzione e la messa a punto degli strumenti e delle prassi operative applicabili al servizio di verifica sono conseguenza dei risultati di analisi approfondite dell’ oggetto del servizio stesso, delle condizioni del contesto, degli obiettivi e delle aspettative delle amministrazioni / clienti / utilizzatori finali.

La carente o errata definizione delle caratteristiche, anche tecnologiche, dell’opera in fase progettuale comporta una diretta e negativa conseguenza: l’ impossibilità di definire esaurientemente le caratteristiche prestazionali che compongono l’ opera e quindi di computarle correttamente.

Frequentemente le sospensioni dei lavori, le varianti in corso d’opera e le riserve dell’appaltatore sono causate dalla necessità di risolvere problemi che avrebbero potuto, e quindi dovuto, essere previsti e risolti, in corso di progettazione.

La verifica di progetto viene effettuata, di norma, in progress (durante lo svolgimento delle fasi progettuali) oppure in ending (dopo la redazione completa del progetto), e si può estendere a tutta la filiera di controllo.

L’attività di verifica descritta consente di mettere al riparo l’amministrazione pubblica / committente anche da rischi di danno erariale, in relazione a circostanze per le quali l’amministrazione non può materialmente garantire l’integrità, la coerenza e la qualità progettuale.

La suddetta garanzia è applicabile anche a tutti gli interventi da realizzarsi in regime di construction and project financing.

Normativa di riferimento
D.Lgs. 50/2016

Attuazione delle Direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonché per il riordino della disciplina vigente in materia di ocntratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, pubblicato sul Supplemento Ordinario n. 10 alla Gazzetta Ufficiale n. 91 del 19 aprile 2016 - Serie generale

Leggi il testo del Decreto Legislativo 50/2016